Workers’ Welfare System: un Mondiale al sicuro?

Per la prima volta un Software vigilerà gli addetti alla costruzione degli stadi: succederà in occasione del mondiale di calcio 2022 in Qatar.  

Ricordiamo tutti molto bene delle polemiche che si vennero a creare durante l’avvicinamento allo scorso campionato mondiale in Brasile dovute ai numerosi ritardi nella consegna degni impianti e, soprattutto, alle molteplici morti sul lavoro che si verificarono.

Nonostante ciò sembra che la situazione si stia ripetendo anche per i Mondiali in Qatar: infatti il bilancio di vittime è già altissimo e continua a salire.

È qui che sta la svolta di cui vi vogliamo parlare. Si chiama Workers’ Welfare System ed è un innovativo software presentato da pochi giorni dagli organizzatori della Coppa del Mondo FIFA 2022, fortemente voluto dal Supreme Committee for Delivery & Legacy, in accordo con le aziende incaricate di portare avanti i lavori.

Il sistema rappresenta sicuramente una risposta alle dichiarazioni dell’ex presidente FIFA Blatter in cui esentava la Federazione da ogni responsabilità sulla sicurezza dei lavoratori durante le preparazioni per la Coppa del Mondo.

Contiene una grande quantità di informazioni ed ha una grande utilità perché, in caso di problemi o malfunzionamenti, permette di intervenire immediatamente sul problema per risolverlo.

Come? Semplice, il software sarà utilizzabile da tutti i dispositivi e, registrando la voce degli stessi lavoratori, costituirà una vera e propria testimonianza di come si svolgeranno i lavori.

Una bella trovata, con la speranza che non si ripetano le spiacevoli situazioni “brasiliane”.

Condividi con #KoinervettiSocial


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *