Tabacco e tabacchine: una storia di emancipazione e…

L’Associazione Culturale Meliscianoarte, in occasione del ventennale della costituzione della “Fondazione per il museo storico scientifico del tabacco”, in collaborazione con la Fondazione del museo e il Comune di San Giustino,organizza una mostra collettiva presso il Museo Storico Scientifico del Tabacco.

“Le tabacchine dal 19° al 20° secolo hanno rappresentato l’essenza della storia della coltivazione del tabacco. Riferito a quei periodi, quando si parla di tabacco, si parla di donne, di quelle donne che con il “semplice” appellativo di “Tabacchine”, hanno segnato la storia di una conquista di identità che difficilmente era riconosciuta in altri contesti a partire da quello familiare.” Sottolinea il direttore del museo, Daniele Bistoni.


“Con questo lavoro” prosegue, “la donna, riportando uno stipendio e quindi denaro nuovo all’interno della famiglia contadina, ha acquisti un ruolo ed una importanza nella scala gerarchica sociale tutta nuova rispetto a quella, seppur di tutto rispetto, della moglie massaia.

Grazie a quel denaro duramente guadagnato i figli di queste donne operaie hanno avuto la possibilità di studiare e dare una svolta alla vita, segnata dalla condizione sociale da cui provenivano.

Una svolta che li portato a studiare, ed accedere a carriere fino a prima inimmaginabili. Il lavoro della tabacchina ha significato conquista di diritti, di emancipazione, di lotte sindacali, di cultura e benessere oltre che di emancipazione.

Negli anni ’50 del secolo scorso sposare una ‘Tabacchina’ significava fare un investimento; era addirittura pagata meglio di un operaio metalmeccanico.”

Condividi con #KoinervettiSocial


About CoordinatoreAdmin

Coordinatore e admin di Koinervetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *