#SPAZIO#DIMENSIONE#TEMPO – Melisciano Arte ed il Frammentalismo interscambiabile

L’associazione artistica altotiberina continua a percorrere il filone frammentalista, presentando una mostra con, come obiettivo, un omaggio al grande artista Lucio Fontana,  fondatore dello Spazialismo. 

Sabato 21 Aprile 2018 nella location di Villa Graziani infatti, si è tenuta l’inaugurazione di “#SPAZIO#DIMENSIONE#TEMPO“.

“Gli artisti  Abouriche Samir,   Antonelli  Riccardo,  Antonielli  Enrico,   Bartlett Peter,   Brizi Andrea,  Ciuchi  Meri,  Epi Sandro,  Floridi  Valter,  Inferrera Maria,  Libro  Francesco,  Manni Marco,   Matteucci  Giancarlo,  Mida  (Massimo   Dini),  Ministeri  Maria,  Nastasi  Pina, Pagliaro  Ugo,   Pascu   Mihaela,  Piomboni  Giuliano e Puletti  Tonino   si   cimentano   con questo complicato tema declinandolo in molteplici forme espressive tra le quali pittura, scultura, fotografia e installazioni mobili.” Esordisce Maria Inferrera.

“Partendo dal fatto che compito degli Spazialisti è la conquista nell’essenza e nella forma dell’arte della dimensione del tempo, gli artisti  che partecipano  alla mostra  hanno indagato  il concetto della  dimensione “misura”, che definisce la grandezza delle forme, dello spazio fisico, del  tempo e dello spazio-tempo che è spesso indicato come ‘quarta dimensione’. Il tutto rappresentato anche dalle opere frammentaliste, una   sorta   di  elementi ” mobil giocosi”  che si agitano e vivono nell’ampio salone della villa. ” sottolinea la pittrice.

[Not a valid template]

I temi trattati, quindi, risultano ampi ed esposti a molteplici interpretazioni. Particolarmente votata all’unicità e sincronia dei frammenti al tempo stesso è quella di Giancarlo Matteucci:

“E’ nostro intento dare corpo e spessore ai frammenti…  Montarli, smontarli e ricomporli secondo un ordine da noi definito in un ambito tridimensionale con tecniche architettoniche.

Ciò significa dare ai frammenti una connotazione completamente nuova e far si che i vari  pezzi si appropriano  dello spazio circostante.

Qualsiasi ordine venga stabilito potrà però essere rivisitato, quando ce ne fosse necessità, e se i vari pezzi si rimontano secondo un nuovo ordine, allora tutto cambia e l’opera rimontata con un ordine diverso è una nuova opera che potrebbe mutarsi di nuovo se uno o più pezzi che la compongono venissero sostituiti con quelli di stessa forma e dimensioni di altri artisti.

A questo punto gli artisti potrebbero sembrare interscambiabili,  ma in effetti solo le forme sono interscambiabili  e solo quando sono simili.

Gli artisti al contrario, sono unici e producono unicità.

Il nostro gruppo opera insieme da alcuni anni ed ha ormai acquisito sintonia e sincronia che ci permettono di lavorare sulle opere con la necessaria disinvoltura per far si che   l’artista possa intervenire sull’opera con un nuovo pezzo in questa specie di mosaico bi o tridimensionale.”

Per dare una personale interpretazione alle singolari opere in questione… Non resta che fare un salto a Villa Graziani!

 

Condividi con #KoinervettiSocial


About CoordinatoreAdmin

Coordinatore e admin di Koinervetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *