Il mito del DeepWeb

Secondo alcune statistiche condotte da Bright Planet, il Web è formato da 550 milioni documenti, ma Google, il motore di ricerca più famoso, ne indicizza soltanto l’1%.
Dov’è il restante 99% ?
Rispondere a questa domanda è molto semplice per chi conosce l’informatica e per chi ne è appassionato, ma oggi, cercheremo di spiegare ai meno esperti cos’è il WEB SOMMERSO.
Prima di dirvi cos’è il DeepWeb, bisogna parlare un po’ di TOR, il sistema di comunicazione per internet basato sull’anonimato che funziona grazie agli “Onion Router”, che ci permettono di proteggere veramente la nostra privacy.
Sotto rete TOR, i dati non vanno direttamente dal Client (Noi) al server del Sito, ma passano attraverso i server di Tor (sparsi nel mondo) che creano un circuito virtuale crittografato che rende impossibile risalire al nostro indirizzo IP originale, perché magari, se l’ultimo server Tor in cui siamo passati prima di accedere a qualunque sito, è collocato in Cina, noi, risulteremo connessi dalla Cina!
Oltre all’anonimato, Tor ci permette di accedere a tutti i siti nascosti (.Onion) di cui è composto il Deep Web.
Ora che abbiamo capito come funziona la rete Tor possiamo parlare dell’infinito “mondo sommerso” che pochi conoscono. Nel DeepWeb oltre a tutti i normali siti che troviamo indicizzati su Google, possiamo trovare tutto ciò che non può essere presente nella Clear Net e quindi (ovviamente) anche materiale illegale che non vi stiamo ad elencare… Nella Dark Net esistono tantissimi market su cui si possono fare acquisti in modo anonimo grazie al Bitcoin {https://www.koinervetti.it/bitcoin-cosa-sono-e-come-si-usano/} ma prima di regalare soldi ai truffatori, bisogna avere buone conoscenze e soprattutto, tutti i link ai market nascosti che trovate su siti come Hidden Wiki sono truffe. Quindi, accedere al DeepWeb è facile per tutti, basta andare sul sito www.torproject.org e scaricare il Browser per navigare; tuttavia accedere ai veri “siti sommersi” resterà sempre riservato ai più esperti. Il nostro consiglio infine è quello di scaricare Tor Browser per utilizzarlo nei normali siti in cui navighiamo abitualmente, per avere più privacy e navigare più sicuri.
Tor-Project

Condividi con #KoinervettiSocial


About CoordinatoreAdmin

Coordinatore e admin di Koinervetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *