Kasabian: meglio live che su disco

Prendete del sano rock’n roll ed aggiungete ad esso un pizzico di elettronica quanto basta. Questa è la ricetta adottata dai Kasabian, la band di Leicester che si sta affermando sempre di più nello scenario della musica mondiale.

La loro grandezza sta nel fatto di saper triplicare il proprio talento dal vivo, rianimando anche i pezzi potenzialmente meno energici, e di coinvolgere e rendere partecipe il pubblico ad ogni canzone. Anche in occasione della loro tappa al Mediolanum Forum di Assago, quanto detto prima è stato confermato. Alle 21:00 inizia a risuonare Nessun Dorma di Puccini, accompagnata da un boato del pubblico che poi si trasforma in un suono intermittente sempre più veloce fino a che i Kasabian entrano sul palco, accompagnati da una vera e propria standing-ovation.

Con Ill Ray (The King) inizia ufficialmente il concerto e subito emerge il loro set: un sound rock blues ruvido e grasso. Su Eez-eh il pubblico inizia a ballare: è uno dei loro brani meglio riusciti e ne approfittano per collegarci una fantastica cover di Around the World dei Daft Punk. Non è da meno l’energica versione di Shoot the Runner.

Su Days are Forgotten il coro del pubblico fa tremare il palazzetto, mentre su Club Foot vanno in scena i primi poghi. A riportare la calma ci pensa Treat, uno dei migliori lavori del precedente album. Il consolidamento della tesi espressa nel titolo arriva da Bless this Acid House che fa scatenare tutti, ma proprio tutti: è la dimostrazione della bravura dei Kasabian a rendere le canzoni live un’altra cosa rispetto a quelle registrate su disco, con il fine di far divertire il pubblico.

Il finale del concerto spetta a LSF che diventa poi una specie di inno cantata da tutti. Nel bis troviamo una versione acustica di Goodbye Kiss accompagnata dalle torce dei telefonini di tutto il palazzetto e Fire che sprigiona un’energia pazzesca.

Lo show dei Kasabian è solido, efficace e divertente, in più i giochi di luce meritano di essere nominati essendo tra i più suggestivi mai visti.

Insomma, è dal vivo che i Kasabian dimostrano il loro vero talento.

Condividi con #KoinervettiSocial


About Redazione Koinervetti

Coordinatore e admin di Koinervetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *