#HoGiocatoA Hollow Knight

#HoGiocatoA Hollow Knight

20 Febbraio 2019 Di NicolaLondei

Hollow Knight è un piccolo capolavoro di Team Cherry e voglio raccontarvi la mia esperienza.

Il Gioco

Hollow Knight è un gioco di genere platformmetroidvaniescoin 2D. I disegni, interamente fatti a mano, sono piccoli capolavori artistici che, assieme alla musica sapientemente elaborata, rendono l’esperienza di gaming davvero immersiva. Il gameplay, semplice e intuitivo (davvero 4 tasti da premere) non rende il tutto troppo macchinoso e di conseguenza noioso.

Esplorando la città delle lacrime (Fonte: multiplayer.it)

La Trama

La trama del gioco è semplice: il giocatore si ritrova a vestire i panni di un cavaliere-insetto errante il cui unico scopo è fermare la corruzione che sta dilagando nell’ormai decaduto regno di Nidosacro: un regno di insetti senzienti estinto ormai da tempo i cui superstiti sono in larga parte rimasti soggiogati dall’infezione che sta cominciando a straripare dal suo contenitore (un uovo nero) a causa dell’indebolimento dei sigilli posti da tre entità chiamate “sognatori”.

Lo scontro con il primo boss: il Falso cavaliere (Fonte: Instant-Gaming.com)

La Mia Esperienza

Mi sono avvicinato al gioco a seguito dei ripetuti panegirici di alcuni miei amici. “Beh, niente di eclatante a parte il comparto visivo”, ho pensato dopo un’ora di gioco. La storia inizialmente mi sembrava noiosa e banale e soprattutto l’alto rischio di morte del protagonista risultava un tantino frustrante (e ad essere sincero lo era anche nelle ultime battute del gioco).
È soltanto dopo il primo scalino che si comincia a comprendere il vero significato e il vero aspetto di questo titolo. Il comparto audio e quello video, entrambi egregiamente formulati, aiutano nell’immersione e il giocatore (o almeno questo è quello che è successo a me) si vede sprofondare nell’oscurità totale di Nidosacro.

Un gioco a tratti spaventoso, a tratti rilassante, caratterizzato dalla solitudine del protagonista che è rimasto l’unico a viaggiare per un regno ormai in rovina e che ti porta con sé nelle viscere di un mondo di insetti sulla carta piccolissimo ma in realtà dannatamente vasto; divertirsi a scoprire la storia del regno defunto grazie a tavolette memoriali, appunti lasciati dagli abitanti, leggende; cercare cianfrusaglie da collezionare per il semplice gusto di farlo, anche semplici talismani che servono a potenziare il proprio personaggio raccontano una storia, un vissuto di qualcuno o qualcosa che è passato per gli intricati cunicoli, esplorare un “megaminimondo” in tutto il suo oscuro splendore.

(Fonte: GameSource)

Conclusioni, console e prezzo

Se dovessi descrivere Hollow Knight con una parola userei di certo il termine “alienante”. Chi si siede davanti al monitor è trasportato all’interno del mondo e riesce quasi a toccare la sensazione di solitudine e sgomento che questa perla regala. Un gioco apparentemente dal tono esplorativo ma che, giunto al suo termine, lascia qualcosa in più rispetto al puro divertimento. Sicuramente un gioco che mi sentirei di consigliare a chiunque, videogiocatori appassionati e non: Hollow Knight lascia spazio ad ognuno nelle profonde oscurità di Nidosacro.

Hollow Knight è disponibile su PC (Steam 14.99€); PS4 (14,49€); XBox One (14.99€) e Nintendo Switch (14,99€).

Condividi con #KoinervettiSocial