Gubbio, acceso dallo spazio!

L’albero più grande del mondo, disteso sul monte Ingino che sovrasta la storica città di Gubbio, quest’anno è stato acceso dall’astronauta Paolo Nespoli direttamente dalla I.S.S. (Stazione Spaziale Internazionale) mentre transitava sopra i cieli dell’Umbria.

Realizzato dal “Comitato Albero di Natale più grande del Mondo”, la prima accensione avvenne nel lontano 7 dicembre del 1981 e così, tutti gli anni, in quella sera che anticipa la festa dell’ Immacolata, l’intera comunità eugubina si ritrova tutta assieme per l’ accensione, che rappresenta l’inizio delle festività natalizie
Molte le personalità che nel corso degli anni hanno acceso l’ albero, si ricorda tra gli altri: Sua Santità Benedetto XVI° e Francesco, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ma anche attori e personaggi dello spettacolo: Terence Hill, Gastone Moschin, Barbara D’Urso e Maria Grazia Cucinotta. 
Ed anche quest’anno l’emozione ha coinvolto chiunque si trovasse ad ammirare la meraviglia delle luci colorate che all’improvviso hanno avvolto il monte che sovrasta la città. Il Natale è finalmente iniziato!

Curiosità sull’albero – L’albero si estende per tutta la montagna, la sola stella cometa ha un’estensione di oltre 1000 metri quadrati e si trova alla destra della Basilica di Sant’Ubaldo, dove è sepolto il santo vescovo eugubino che fermò il Barbarossa.

Le oltre 300 “palline colorate” misurano 4 metri ciascuna ed altro non sono che luci al neon, distribuite in modo artistico sull’intera rappresentazione dell’abete disteso sulle pendici della montagna. Hanno colori diversi: verde lungo il perimetro, blu, rosse e gialle nella parte centrale.
Dal Duomo alla Basilica, l’albero ha un’estensione di circa 130 mila metri quadrati, come tre campi da calcio.

Giulia Romolini

 

 

Condividi con #KoinervettiSocial


About Redazione Koinervetti

Coordinatore e admin di Koinervetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *