Animal Kingdom: quando il giusto e lo sbagliato non sono poi così distanti

Animal Kingdom, serie sbarcata in Italia a novembre attraverso Infinity, ha raccolto un incredibile successo sia nel pubblico statunitense che in quello europeo. La sua caratteristica fondamentale è incutere nello spettatore (che si identifica nel protagonista) la difficoltà di scegliere tra ciò che giusto e ciò che è sbagliato. In seguito alla morte per overdose di eroina della madre, Joshua si ritrova a vivere con la famiglia materna (non avendo una figura paterna) che aveva tagliato tutti i rapporti con la defunta e J. Inizialmente sembrava una famiglia tranquilla, ma ben presto J viene messo al corrente della fonte di ricchezza dei Cody.

I 4 zii e la nonna fanno parte di una banda comandata dalla matriarca detta “Smurf”. Con l’uscita di prigione del primogenito Andrew detto “Pope”, J compie il suo primo reato per la famiglia inaugurando la sua entrata nella banda. Gli zii sono molto caratterizzati e diversificati l’uno dall’altro. Barry, detto “Baz”, non parente di sangue ma adottato è il secondo figlio che in seguito all’arresto di Pope diventa il nuovo braccio destro della madre, ruolo appropriato considerata la sua intelligenza. Craig è il terzo figlio e anche classico “tutto muscoli e niente cervello”, infatti insieme a Deran è considerato lo stupido della famiglia e tossicodipendente. Deran è il più piccolo e il più spericolato, come passatempo pratica il surf ed ha un carattere molto permaloso. Pope è il più grande nonché fratello gemello della madre di J; soffre di schizofrenia e ora considerato un pericolo per la banda. Per tuta la stagione J non sa da che parte stare; se con la famiglia o la polizia. Riconosce che quello che fanno è sbagliato ma dal timore e la riconoscenza verso la famiglia non sa cosa fare. Lo spettatore percepisce l’ansia di J e inconsciamente le prova a sua volta con un misto di paura e confusione. Un ruolo fondamentale sarà ricoperto dalla ragazza di J, Nicky.

Pro:
1) Molto immersiva
2) Scorrevole (visione molto piacevole nonstante duri 1h a episodio)
3) Ogni puntata lascia qualcosa in sospeso che riprende in quella dopo creando curiosità nello spettatore

Contro:
1) Anche sembra che il tempo voli ogni puntata dura veramente tanto
2) Il finale non è un finale

Di seguito il video del trailer, da cui potrete trarre le vostre conclusioni… Buona visione!

Condividi con #KoinervettiSocial


About CoordinatoreAdmin

Coordinatore e admin di Koinervetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *