L’Universo Nella Stanza: Beach House – 7
 
L’Universo Nella Stanza: Beach House – 7
Parlare dei Beach House vuol dire parlare di sogni, emozioni (contrastanti e no) in bilico con il tempo. Una musica fatta per ascoltare da soli, nella vostra camera con la porta chiusa, con soltanto la luce della natura ad illuminare la stanza, ma state tranquilli non è musica triste, stranamente è stata studiata per avere
Santamaria, figlia del Pio
 
Santamaria, figlia del Pio
La giovane adolescenza di molti, in Valtiberina, ha fatto tappa almeno una sera in quella che non si può non considerare una piccola cattedrale del Rock a chilometri zero, vista la sua natura ecclesiastica a cui la sconsacrazione ha messo fine, dando ai pagani l’opportunità di trasformare una casa del Signore in un luogo profano
Auditorium: Rush – “Hemispheres”
 
Auditorium: Rush – “Hemispheres”
Un grande rappresentante della “musica difficile", tanto bello e unico da non sentire il peso dell’età nonostante i 40 anni.
Perugini Cioccolatosi
 
Perugini Cioccolatosi
Perugia-Eurochocolate 2018 Venerdì 19 ottobre c’è stata l’apertura di tutta la mostra: la novità di quest’anno sarà il cubo di cioccolato! La fiera è iniziata molto bene superando i numeri degli scorsi anni, bambini ragazzi e adulti sono venuti fino a Perugia per vedere le novità sul cioccolato e per passare una giornata alternativa, immersi
Ti Racconto Una Svolta: Gazebo Penguins – Nebbia
 
Ti Racconto Una Svolta: Gazebo Penguins – Nebbia
I Gazebo Penguins sono un progetto musicale post hardcore con influenze indie nato grazie a 3 ragazzi di Correggio, un paesino in provincia di Reggio Emilia. Oggi sono qui per parlarvi di un disco che ha dato il via ad un cambio di stile, di suoni, di testi e di pensieri…
Quando si spengono Le Luci, cosa rimane?
 
Quando si spengono Le Luci, cosa rimane?
Era l’estate del 2008. Dopo le vacanze estive sarei approdato in prima media, un traguardo spaventoso, nonostante si trattasse solo di allungare di qualche passo il tragitto casa-scuola. Da me elementari e medie distano due cassonetti ed un marciapiede. Mi regalarono un Walkman, l’alternativa della “fascia alta della classe media più bassa” all’iPod. Divenne una